Home » Finlandia

Finlandia

TRASFERIRSI IN FINLANDIA

Sia che vi spostiate in Finlandia per un nuovo lavoro o per l’opportunità di contatto con la natura, vivrete un’esperienza gratificante!

Link Sponsorizzati


La Finlandia, Suomi in finlandese, colma Oriente e Occidente. Anche se è parte dell’Europa occidentale, il suo confine di 1.313 km con la Russia e il suo clima artico la rendono ben distinta dal nostro continente. Per lungo tempo, la Finlandia e’ stata un’arena sia per la Svezia che per la Russia, desiderosi di mostrare i loro muscoli. Entrambi i vicini hanno governato la Finlandia per gran parte della sua storia; il Paese e’ diventato indipendente solamente nel 1917. Prima di allora, ha fatto parte sia dell’impero russo per 108 anni che della Svezia per 600 anni. Se ci si sposta in Finlandia, il paese nordico sicuramente non vi deluderà.

Link Sponsorizzati


Helsinki, in particolare, è un luogo desiderabile. La città offre opportunità competitive di carriera, ampi spazi verdi e un facile accesso nell’entro terra del Paese, pieno di meraviglie naturali.

Clima

I colori del bianco e blu decorano la bandiera della Finlandia, e descrivono visivamente il paesaggio del Paese. Il bianco rappresenta la neve che ammanta una congrua parte del territorio, e il blu rappresenta i laghi della Finlandia, che sono piu’ di 187 mila.

Il contrasto tra il bianco e blu scuro riassume anche il contrasto delle stagioni. Infatti, la Finlandia, sperimenta il completo variare delle quattro stagioni. I 1160 chilometri che separano il nord dal sud significano che l’intensità di ogni stagione varia in tutto il Paese. Tuttavia, ci sono solo pochi altri Paesi dove la gente veramente sia consapevole di quanto possa essere buio l’inverno, e come ci si possa sentire quando il sole non tramonta mai.

La Lapponia è coperta di neve per circa la metà dell’anno. Tuttavia, la maggior parte degli emigrati che si trasferiscono in Finlandia si stabiliscono a sud, dove la stagione della neve è molto più breve.

La temperatura media in inverno è compresa tra gli 0 ° C e i -30 ° C. L’estate compensa queste temperature fredde, con una media che va tra i 15 ° C e i 25 ° C. In estate, sopra il Circolo Polare Artico il sole batte costantemente e piu’ a sud, ci si può aspettare il sole a Helsinki anche alle 10 di sera!

Diritti di ognuno

La Finlandia non hanno urbanizzato fino al 1960. Questo è uno dei motivi per cui i Finlandesi continuano ad essere così fortemente legata alla natura. Trasferirsi in Finlandia vi portera’ quindi ad aumentare la quantità di tempo speso con la natura.

La nozione di “diritti di ognuno” riassume l’atteggiamento culturale finlandese verso la natura. Si tratta di un codice non scritto riguardo una piccola popolazione che abita una vasta superficie forestale. In sostanza ciò significa che tutti in Finlandia sono benvenuti ad usare la terra. Finché non si è in una proprietà privata, i frutti di bosco possono essere raccolti, e le foreste sono il vostro parco giochi per il campeggio e per la canoa.

Cultura

Coloro che si spostano in Finlandia scopriranno sia una cultura culinaria dinamica, sia un solido senso dell’umorismo. Quando Silvio Berlusconi era primo ministro d’Italia, ha fatto alcune osservazioni poco lusinghiere sul cibo finlandese. In particolare, egli alzò gli occhi al cielo parlando della renna marinata. Tuttavia, questo particolare piatto è tipico della Lapponia norvegese e perfino dell’Alaska, ma non della Finlandia!

I Finlandesi non hanno dimenticato. Così, nel 2008, Kotipizza, una catena di pizzerie, ha chiamato una loro pizza con il nome dell’ex primo ministro italiano. Pizza “Berlusconi” ha una pasta di farina di segale e viene condita con funghi, cipolla rossa e, con grande disappunto di Berlusconi, renna affumicata. Cercate pure sul menu quando andrete in Finlandia!

Il cibo finlandese, tuttavia, è molto di più di carne di renna. E’ molto stagionale e racconta la storia di vicinanza tra la Scandinavia e la Russia. Il pane dolce a ovest e il segale a est chiariscono subito dove si trovano i vicini della Finlandia. Il mare è una risorsa inestimabile per la Finlandia meridionale, e i boschi e i laghi per il nord. Trasferirsi in Finlandia potrebbe farvi conoscere nuovi alimenti come frutti di bosco artici, carne di alce e dolci come mämmi (un budino di Pasqua) e tippaleivät (frittelle).

Attività

L’inverno finlandese potrebbe essere più freddo di quello a cui si è abituati, ma non aspettatevi di essere coccolati all’interno di casa vostra in attesa di un clima più mite. Trasferirsi in Finlandia vi costringerà a seguire da vicino il ciclo delle stagioni.

Gli sport invernali sono un ottimo modo per sopravvivere ai lunghi inverni. Le attività invernali che si tengono al caldo includono il pattinaggio, lo sci, racchette da neve e slitte trainate da cani. I più coraggiosi dei Finlandesi vanno anche a nuotare in laghi ghiacciati! Questo potrebbe sembrare folle, ma ricordate che la Finlandia è la terra delle saune.

La terra finlandese, provvede generosamente ai suoi abitanti con frutti di bosco e funghi. E’ pratica comune, per festeggiare l’autunno, saccheggiare le foreste dei loro mirtilli e mirtilli rossi.

La primavera porta con sé giornate più lunghe e ovviamente più sole. Anche se è possibile andare ancora a sciare in Lapponia, in primavera, in altre parti della Finlandia le persone riprendono contatto con la natura attraverso lunghe passeggiate, per ricostituire la loro vitamina D.

L’estate è ufficialmente la stagione delle vacanze. Gli espatriati che si trasferiscono in Finlandia, entrano facilmente in questa tradizione estiva. Solamente nella regione dei laghi, ci sono quasi mezzo milione di case! Queste case estive sono luoghi per rilassarsi, ospitare amici, e celebrare le lunghe giornate estive nuotando sotto il sole di mezzanotte. La regione dei laghi offre un ambiente ideale per la canoa, il barbecue, e la pesca.

Mete di espatrio

Alla fine del 2010, i cittadini stranieri hanno portato ad un aumento del 7,5% della popolazione di Helsinki, capitale della Finlandia, rendendola come la piu’ popolare destinazione per gli espatriati. Il lavoro, lo studio, e la famiglia sono i motivi principali che portano gli espatriati in Finlandia. Le altre destinazioni preferite, dopo Helsinki, sono Tampere e Oulu.

Helsinki

La capitale della Finlandia, Helsinki, è anche la sua città più grande e, nel 2013, ha registrato una popolazione di 605.523 abitanti. Si affaccia al Mar Baltico, che dà un sacco di carattere alla città.

Helsinki si basa sulla terraferma, ma una quantità uguale di città e’ edificata su isole, il che la rende una città costiera.

Fondata nel 1550 dal re svedese Gustav Vasa, Helsinki (Helsingfors in svedese) non è stata sempre così importante come lo è oggi. Turku fu la capitale della Finlandia fino al 1812, quando il titolo è stato consegnato a Helsinki.

Helsinki ha ottime scuole, una scena culturale dinamica e una sana economia. E’ abbastanza grande da offrire opzioni di intrattenimento innumerevoli, e abbastanza piccola per accedere rapidamente al mare e dimenticare che si è nella città più grande della Finlandia.

Oltre al design e all’arte, Helsinki è una città molto attiva. La bicicletta è un modo ideale per andare in giro. Il sito regionale dei trasporti di Helsinkiha un route planner per il ciclismo nella capitale. Gli sport, sia interni che esterni, sono anch’essi popolari. Le XV Olimpiadi si sono svolte a Helsinki, nel 1952. Ad oggi il calcio e l’hockey sono gli sport piu’ popolari.

L’area metropolitana di Helsinki

Espoo, seconda città più grande della Finlandia, fa parte dell’area metropolitana di Helsinki. Ha una popolazione di poco più di 250.000 abitanti, e dato che confina con Helsinki, è possibile vivere in una città e lavorare nell’altra. Il trasporto pubblico collega in modo efficiente tutta l’area metropolitana.

L’area metropolitana di Helsinki combina vita urbana con natura selvaggia, dando così ai suoi abitanti il meglio di entrambi i mondi. La popolazione dell’area è di circa 1,3 milioni di abitanti, il che significa che circa un finlandese su cinque vive vicino la capitale.

Tampere e Oulu

Helsinki non è l’unica scelta. Oltre all’area metropolitana della capitale, Tampere e Oulu sono le più grandi città della Finlandia. Queste due città hanno entrambe una popolazione di circa 200.000 abitanti.

Tampere, in sostanza, la seconda città più grande della Finlandia, è a nord ovest di Helsinki, a circa due ore di macchina. E’ a cavallo di due enormi laghi, il che la rende come se fosse sulla costa. Il suo passato industriale le ha affibbiato il soprannome di Manchester della Finlandia. Anche oggi l’industria rimane importante: grandi aziende come John Deere Forestry, Nokia, e Metso operano infatti nella regione.

A Tampere hanno sede due università e due politecnici, con una forte collaborazione tra di loro e le aziende della zona. Se sei un esperto di tecnologia, Tampere potrebbe essere una buona destinazione. La citta’ ha anche una scena culturale vivace e una grande popolazione studentesca.

Oulu è, invece, la città più grande e importante nella Finlandia settentrionale. Ha una università e un politecnico, ed è ben conosciuta nel mondo come capitale della tecnologia. Ci sono due parchi scientifici, e cio’ la rende una destinazione popolare tra gli emigrati che lavorano nel settore IT. Oulu è appena a sud del Circolo Polare Artico, e ti dara’ un assaggio della vita artica con frutti di bosco in estate e buio estremo in inverno.

Visto e residenza

Visti

Grazie alla mobilità europea moderna, i cittadini dell’UE, Svizzera, Norvegia, Islanda e Liechtenstein, non hanno bisogno di un permesso di soggiorno per la Finlandia. I cittadini di altri Paesi devono invece richiedere un permesso di residenza come lavoratore autonomo o un permesso basato su una offerta di lavoro.

Si deve pagare una tassa quando si invia l’applicazione, e le tasse sono relativamente elevate. Se ci si candida per un permesso di soggiorno per lavoratori subordinati o autonomi, la quota è di 500 € (al gennaio 2013). Controllare il sito finlandese per il Servizio Immigrazione per maggiori informazioni sulle tasse e su altri permessi di soggiorno.

Sono disponibili i seguenti permessi di soggiorno:

  • Ricercatore
  • Lavoratore autonomo
  • Ricercatore
  • Altri tipi di lavoro che richiedono un permesso di soggiorno
  • Vacanza/lavoro
  • Au pair
  • Studente
  • Richiedente asilo

Se siete lavoratori autonomi si può andare avanti e chiedere un permesso di soggiorno. Tuttavia, se dovrete entrare in Finlandia come lavoratore dipendente, allora avrete bisogno di avere un lavoro prima di poter richiedere il permesso di soggiorno.

In generale, gli stranieri devono richiedere un permesso di soggiorno presso l’ambasciata finlandese nei loro Paesi d’origine. Tuttavia, se vi capita di trovare un lavoro durante la visita in Finlandia con un visto turistico, è possibile presentare la domanda direttamente in Finlandia, in una delle sedi della polizia locale.

Potete trovare tutti i moduli sul sito del Servizio Immigrazione finlandese. Se si presenta una domanda elettronica, è possibile controllare lo stato della vostra applicazione sul loro sito web.

Registrazione Residenza

Se avete intenzione di vivere permanentemente in Finlandia, è necessario registrarsi come residente.

In Finlandia, ognuno ha un codice identificativo personale. Per ottenere questo codice, è necessario registrarsi presso la sede locale dell‘ufficio del registro.

In finlandese si chiama henkilötunnus, e personbeteckning in svedese.

Se ci si sposta in Finlandia con i bambini, siate sicuri di portare con voi i loro certificati di nascita. Inoltre, se siete sposati, è necessario portare il certificato di matrimonio, al momento della registrazione. Se ci si sposta in una nuova casa, o in una nuova città, è necessario informare nuovamente l’ufficio del registro.

Se vi trovate in Finlandia temporaneamente, ma sta lavorando lì, dovrete anche in questo caso registrarvi per un codice di identificazione personale.

Lavorare in Finlandia

L’economia finlandese

La Finlandia è un Paese piccolo. Pur avendo 5,4 milioni di abitanti, solo 2,5 milioni lavorano all’interno della nazione. Tuttavia, ha uno dei più alti redditi pro capite in Europa occidentale. Considerando quanto sia piccolo il Paese, è impressionante che il suo prodotto pro capite sia quasi lo stesso della Svezia e dei Paesi Bassi.

Il commercio rappresenta circa un terzo del PIL della Finlandia. Le principali esportazioni del Paese includono prodotti chimici, legno e carta, macchinari, metalli, elettronica (in particolare telefoni cellulari), e mezzi di trasporto.

Per quanto riguarda la crisi finanziaria globale, le banche finlandesi e la sua economia hanno schivato il peggio. Poiché le esportazioni sono una componente importante del PIL finlandese, il rallentamento economico ha colpito la Finlandia nel 2009, ma si e’ prontamente ripresa gia’ nel 2010 e 2011. In pratica, il Paese sembra avere tutto sotto controllo.

Il tasso di disoccupazione in Finlandia nel 2012 è stato del 7,7%.

Il governo finlandese e l’integrazione

La Finlandia è una repubblica che dal giugno 2011 ha come primo ministro Jyrki Katinen, del Partito di Coalizione Nazionale (partito conservatore liberale).

Dal 1995, la Finlandia è membro dell’Unione europea ed è l’unico Paese nordico che ha l’euro come moneta.

La Finlandia è uno stato sociale, e il sostegno che fornisce ai suoi residenti e’ immenso.

Ad esempio, se state lavorando in Finlandia, avete diritto ai servizi di integrazione: l’accesso ai corsi di lingua e anche all’assistenza in cerca di occupazione; i servizi di integrazione mirano a facilitare la transizione alla vita finlandese.

Il Migration Integration Policy Index (MIPEX) ha classificato la Finlandia al quarto posto in uno studio del 2010, che ha esaminato le politiche di integrazione in 31 Paesi. I tre Paesi che hanno scavalcato la Finlandia sono stati la Svezia, il Portogallo e il Canada.

Settori di Occupazione

Una gran parte delle persone che lavorano in Finlandia sono impiegate nel settore dei servizi, che comprendono i servizi sociali (un settore in crescita), il commercio, l’istruzione, la sanità, i servizi di ristorazione e alberghieri, e i trasporti. La Nokia, produttore di elettronica multinazionale finlandese, e’ un grande datore di lavoro. Altre grandi aziende finlandesi sono l’Itella Corporation (che fornisce servizi postali e finanziari), la Kesko Corporation (società commerciale al dettaglio e all’ingrosso specializzato in prodotti alimentari e in macchinari per la casa e l’edilizia), e l’UPM (produttore di carta). Anche il settore forestale è un settore importante, specialmente nella Finlandia rurale.

Ma il più grande singolo datore di lavoro in tutta la Finlandia è in realtà la città di Helsinki, rendendo di fatti il settore pubblico un datore di lavoro molto importante.

Offerte di lavoro per gli espatriati

Gli espatriati che lavorano in Finlandia dovrebbero essere consapevoli che le industrie hanno carenza di manodopera. Le industrie con una domanda attuale per i lavoratori comprendono i settori dei servizi sociali, del commercio, dei servizi e della sanità. Posizioni come psicologi, dentisti, assistenti sociali, insegnanti di scuola materna, infermieri e medici sono costantemente richieste.

Il lavoro autonomo è una opzione per le persone di mentalità imprenditoriale. Ci sono sempre più microimprese (che occupano meno di 10 persone), e la Finlandia incoraggia attivamente idee imprenditoriali.

Ricerca del lavoro e fiscalità

Ricerca del lavoro

Un ottimo sito per la ricerca di lavoro è Mol. E’ in finlandese, svedese e inglese; tuttavia, le offerte sono elencate solo in finlandese. E’ gestito dal Ministero finlandese del Lavoro e dell’Economia.

Si dovrebbe anche controllare il database europeo del lavoro, l’EURES. Qui vengono inserite regolarmente opportunità di lavoro per la Finlandia.

C’è spazio nell’economia finlandese anche per gli imprenditori e per le persone che desiderano essere autonomi. Se avete una proposta di affari, la sottoponete al Centro per lo sviluppo economico, dei trasporti e dell’ambiente. Se considerano il piano fattibile, è possibile richiedere un permesso di lavoro come lavoratore autonomo.

Finlandese e svedese

Sia il finlandese (Suomi) che lo svedese (Svenska) sono le lingue ufficiali della Finlandia, che e’ di fatti un Paese bilingue. La stragrande maggioranza dei Finlandesi parla finlandese, circa il 92% della popolazione. Circa il 5,5% è di madrelingua svedese e circa 1.700 parlano Sami (prevalentemente in Lapponia). Con una popolazione complessiva di 5,4 milioni di persone, circa 5 milioni di persone hanno il finlandese come lingua madre.

Finlandese è una lingua piuttosto misteriosa. Non ha alcuna relazione con le lingue scandinave ad ovest, o con le lingue slave ad est. Tuttavia, la lingua di un suo vicino del Mar Baltico, l’estone, fa parte della stessa famiglia linguistica, le lingue baltiche finniche, che fanno parte della più ampia famiglia linguistica uralica (che include l’ungherese).

Il Finlandese ha la reputazione di essere difficile da imparare, ma questo si basa sul fatto che la maggior parte delle persone che imparano il finlandese devono iniziare completamente da zero. Ad esempio, lo studio dello spagnolo potrebbe aiutarvi a leggere un menu scritto in italiano, ma le lingue che parlate difficilmente vi saranno d’aiuto nell’imparare il finlandese.

Lingua e qualifiche

Tenete a mente che la Finlandia potrebbe non necessariamente riconoscervi le proprie qualifiche. Per esempio, se siete un medico nel vostro Paese, potrebbe essere necessario riqualificarsi in Finlandia, completando la formazione, e dimostrando la padronanza di una delle lingue ufficiali della nazione. Per ulteriori informazioni a riguardo, visitate il seguente sito.

Quindi, saper parlare finlandese o svedese aumentera’ enormemente le possibilità di trovare lavoro in Finlandia. Sebbene lo svedese sia il più facile dei due da imparare, ha meno senso imparare una lingua che solo il 5% della popolazione parla come lingua madre.

L’Università di Helsinki offre un popolare corso di finlandese per stranieri. E’ aperto a tutti e non c’è bisogno di essere uno studente per poter partecipare. Potete iniziare a frequentare lungo tutto il corso dell’anno, e la registrazione e’ online.

Inoltre esistono università estive che offrono corsi di finlandese per gli stranieri. Il sito web Summer University in Finlandia ha una lista di tutti i programmi disponibili. Persone di ogni età e background possono frequentare questo tipo di università.

La città di Helsinki ha anche un sito web dove è possibile cercare i corsi di lingua.

Tassazione

Se si lavora in Finlandia, è necessario disporre di una scheda fiscale.

L’imposta sul reddito è progressiva: più soldi si guadagnano, piu’ tasse si pagano. Se si inizia a lavorare prima di avere un certificato d’imposta, si paga automaticamente il 60% di tasse, fino a quando si riceve il certificato d’imposta con l’adeguata fascia di tassazione a cui si e’ soggetti.

L’amministrazione pubblica fornisce assistenza in inglese, così come in svedese e finlandese.

Se siete residenti in Finlandia, dovete pagare le tasse su tutto il vostro reddito, non importa se è stato acquisito all’estero o in Finlandia.

Condizioni di lavoro

I sindacati sono comuni in Finlandia, e la maggior parte dei finlandesi è iscritto ad uno di loro. Per diventare un membro del sindacato, si deve pagare una quota mensile, deducibile dalla dichiarazione dei redditi.

La maggior parte dei luoghi di lavoro hanno un rappresentante sindacale: questo sara’ il vostro interlocutore per tutte le domande circa il lavoro.

Ci sono 10 giorni festivi in Finlandia, e avete diritto ad un minimo di 24 giorni di ferie pagate per anno lavorativo. La settimana di lavoro in Finlandia è di 40 ore, quindi 8 ore al giorno. C’è, naturalmente, qualche variazione in tutti i settori. Ma, veramente, la maggior parte dei dipendenti si attengono a 40 ore settimanali.

Uguaglianza sul posto di lavoro

In Finlandia, si predica fortemente la parità tra donne e uomini, e immigrati e finlandesi. L’emancipazione femminile ha forti radici nel Paese. Nel 1906 la Finlandia è stata la prima nazione in Europa che ha concesso alle donne il diritto di voto.

Oggi ci sono più donne rispetto agli studenti maschi nelle università, e la maggior parte delle donne con bambini lavorano. Purtroppo, come in molti Paesi, gli uomini hanno ancora stipendi più elevati rispetto alle donne; tuttavia, esiste una legislazione che sta attivamente cercando di cambiare la situazione.

Infatti, il 2004 ha visto l’introduzione della legge contro la discriminazione, che mira a promuovere e a tutelare la parità in tutti i settori della società, in particolare nei luoghi di lavoro.

Sicurezza sociale

In Finlandia esistono tre diversi tipi di pensioni. Parliamo della pensione garantita, la pensione nazionale e la pensione legata al reddito. L’ente chiamato Kela, paga sia la pensione garantita che la pensione nazionale, le quali si rivolgono alle persone con poco o nullo reddito. La pensione legata al reddito è invece pagata da enti pensionistici autorizzati. Il tasso di accantonamento per questa pensione è dell’1,5% per i dipendenti di età compresa tra i 18 e 52 anni, per poi aumentare dopo tale età.

L’età pensionabile in Finlandia varia tra i 63 e i 68 anni. Per le persone con una pensione da Kela, l’età pensionabile è di 65 anni.

Per poter beneficiare della sicurezza sociale come un residente di un Paese non-EU/EEA, devi avere la tua casa principale in Finlandia. Questo ti qualifica come stabilmente residente nel Paese.

Business Etiquette

E’ comune per i colleghi di lavoro di chiamarsi per nome, tuttavia, può essere più opportuno utilizzare i cognomi in incontri formali, in particolare con i clienti. Osservate il comportamento nel vostro ufficio e chiedete al vostro datore di lavoro se non siete sicuri.

I Finlandesi danno valore alla puntualità, ed è particolarmente importante negli ambienti di lavoro. Se si suppone di iniziare a lavorare alle 8 del mattino, ci si aspetta di essere dietro la propria scrivania alle 8 pronti per lavorare. L’espressione finlandese per essere in orario è Älä myöhästy,e vale sia per la vita sociale che professionale.

Quando qualcuno ti squilla al telefono, è scortese rispondere dicendo solo ciao. Invece, rispondete al telefono pronunciando il vostro nome.

Infine, i Finlandesi posseggono il record mondiale per quanto riguarda il bere il caffè: in media, i Finlandesi bevono nove tazze di caffè (non espresso, stiamo parlando di proprio di tazze) al giorno! Tuttavia, se non sei un bevitore di caffè, non sarà affatto atto di scortesia rifiutarlo.

Vivere in Finlandia

Vi aspetta uno standard di vita eccezionalmente alto. La Finlandia è conosciuta nel mondo per il suo sistema educativo. E’ un Paese altamente alfabetizzato, con una media di 17 libri all’anno presi in prestito dalla biblioteca, per persona. Inoltre, il 75% dei Finlandesi legge un quotidiano!

Asili nido

Se andrete in Finlandia con i bambini piccoli, li dovrete iscrivere all’asilo nido il più presto possibile. Questo perché in alcune città e quartieri ci potrebbe essere una lunga lista d’attesa. Tutti i residenti hanno il diritto di mandare i propri figli ad un asilo nido comunale. Oltre agli asili municipali ci sono anche i centri privati (che costano di più).

Un sistema di istruzione riconosciuto a livello mondiale

Se avete dei bambini, siete fortunati a vivere in Finlandia. Si tratta di un luogo eccellente per frequentare la scuola. Ci sono pochi altri Paesi con un simile sistema di istruzione impressionante. Se il bambino (o bambini) è abbastanza giovane e se si vive in Finlandia da un po’, è altamente raccomandato di iscriverlo in una scuola pubblica piuttosto che ad una scuola indipendente. Imparerà, così, il finlandese.

Sorprendentemente, i bambini frequentano la scuola per meno ore che in qualsiasi altro Paese sviluppato, hanno più tempo per giocare, e non devono completare o superare test prima del loro ultimo anno di scuola; eppure, questo approccio più rilassato alla formazione, produce alcuni dei migliori risultati in tutto il mondo. Il sistema educativo finlandese crede che la vita per i bambini debba essere giocosa e non stressante.

Il Program for International Student Assessment (PISA), gestito dall’OCSE (Organizzazione per la Cooperazione Economica e lo Sviluppo), rivela continuamente quanto buone siano le scuole finlandesi. Questo ha reso il sistema educativo della Finlandia oggetto di studio in tutto il mondo.

Educazione ed uguaglianza

A differenza di molti altri Paesi, la società finlandese valorizza gli insegnanti tanto quanto i professionisti medici e legali. Le linee guida di didattica che gli insegnanti devono seguire sono brevi: solo due o tre pagine e, dopo di che’ possono fare quello che vogliono. In altre parole, il sistema educativo ha fiducia in loro riguardo l’insegnamento.

Nelle scuole pubbliche i bambini imparano le due lingue ufficiali della Finlandia, finlandese e svedese, più l’inglese. Questo significa che molti finlandesi hanno una buona padronanza di due lingue straniere.

Con l’eccezione di una manciata di scuole indipendenti (come le scuole internazionali e le scuole religiose), non ci sono scuole private in Finlandia. Ciò perché l’uguaglianza è un concetto molto importante per il governo.

I bambini iniziano la scuola a sette anni. L’istruzione è obbligatoria e la durata della scuola dell’obbligo è di nove anni. Le classi sono piccole, con una dimensione media di circa 20 studenti. L’istruzione finlandese riconosce che i bambini imparino in modo diverso e con ritmi diversi; così, gli insegnanti offrono agli studenti un sostegno individuale.

Uno studio dell’OCSE rivela che le differenze tra gli allievi più forti e più deboli in Finlandia sono i più piccoli del mondo. Il sistema educativo finlandese mira per l’uguaglianza e quindi non importa dove residiate o quale scuola scegliate: la qualità dell’istruzione è la stessa.

Scuole internazionali

Ci sono scuole internazionali in diverse città, dove l’inglese è la lingua di insegnamento. Ci sono anche scuole con insegnamento in francese e tedesco.

In Helsinki una scelta popolare è la Scuola Internazionale. I bambini sono ammessi a partecipare a partire all’età di 4 anni.

L’École Française Jules Verne fornisce istruzione in francese, e la Deutsche Schule Helsinki in tedesco.

Fuori Helsinki, alcune altre scuole internazionali includono la Turku International School, la Scuola Internazionale di Vantaa, e la OuluInternational School.

Istruzione superiore

Le università adottano un approccio più accademico, mentre i politecnici sono più professionali.

Vivere in Finlandia da espatriati vi da accesso ai programmi universitari in finlandese, svedese e inglese.

Helsinki è sede di sei università e otto politecnici. Molte delle università sono specializzate, e nella capitale hanno sede inoltre la scuola Hanken of Economics, l’Accademia finlandese di Belle Arti e l’Accademia del Teatro.

Abitazioni, sanità e benessere

Alloggio

Internet è sempre un buon punto di partenza per cercare casa. Alcuni siti consigliati per trovare un alloggio in Finlandia sono Vvo (in inglese e finlandese), Etuovi (in finlandese), Jokakoti (in finlandese), Oikotie (in finlandese), e Vuokraovi (in inglese e finlandese).

Un’altra risorsa sono i quotidiani locali, ma anche in questo caso è necessario capire il finlandese.

È più comune comprare casa invece che prenderla in affitto. La maggior parte dei finlandesi possiedono le loro case, e non ci sono restrizioni per gli stranieri riguardo l’acquisto di immobili.

L’alloggio e’ una spesa importante in Finlandia, e ancora di più ad Helsinki. La famiglia media spende infatti il 22% del loro reddito per l’edilizia abitativa.

I prezzi degli affitti di solito non includono elettricità o gas, cosi’ come l’acqua corrente. Quando si trova l’alloggio, infine, si deve pagare una cauzione. L’importo massimo è pari a tre mensilita’ d’affitto.

Uno delle caratteristiche degli alloggi è che molti appartamenti e case hanno accesso alle saune.

Assicurazione sanitaria

La Finlandia ha una copertura sanitaria universale offerta daKela (l’istituto delle assicurazioni sociali). Se si lavora in Finlandia o ci si vive permanentemente, allora Kela ti copre.

Per iscriversi all’ente, compilate la domanda on-line o recatevi presso un ufficio Kela. Una volta che la domanda e’ stata approvata, Kela ti invia la tua nuova tessera sanitaria per posta.

Ma non finisce qui. Kela si prende cura di tutto, dall’aiuto finanziario agli studenti alla malattia, dalle pensioni nazionali al sussidio per la disoccupazione.

In aggiunta a tutti questi servizi sociali, Kela è, come detto prima, responsabile per l’assistenza sanitaria.

I comuni si prendono cura dei servizi sanitari, e così, per tutto ciò che riguarda la salute, è sufficiente prendere appuntamento con il centro sanitario municipale locale.

L’assicurazione sanitaria privata rimane sicuramente un’opzione, ma alla maggior parte dei Finlandesi basta l’assicurazione pubblica.

Cultura della sauna finlandese

Ci sono solamente 5,4 milioni di persone in Finlandia, ma ci sono ben oltre 1 milione di saune! Questo dato la dice lunga riguardo lo stile di vita finlandese e le sue priorità. Storicamente, i bambini sono nati nelle saune, e i malati sono stati guariti nel vapore caldo.

Oggi una sauna è un luogo per incontrarsi con gli amici o per rilassarsi da soli.

Il caldo è terapeutico in quanto si ritiene che aiuti i muscoli rilassarsi, e ad eliminare lo stress mentale, che dovrebbe “evaporare” come l’acqua quando colpisce la roccia calda.

Anche se le saune sono beatamente rilassanti, non dimenticate di fare delle pause. E’ una buona idea di lasciare la sauna ogni tanto per rinfrescarsi sotto l’acqua fredda.

E’ pratica comune andare una volta a settimana in una sauna. Le donne fanno il bagno con le donne e la stessa cosa accade per gli uomini, ad eccezione delle famiglie e in presenza di buoni amici.

Trasporti

Autobus e treni

La Finlandia è il quinto Paese più grande dell’Europa occidentale, ed e’ ben collegato per mezzo di treni, autobus e strade di alta qualità.

I treni collegano tutte le aree urbane, così come molte zone rurali. Ci sono 5919 chilometri di ferrovie. Nelle zone rurali, dove non c’è un collegamento ferroviario, di solito c’è un autobus che poi si collega alla stazione ferroviaria più vicina. Lo Stato e’ proprietario diVR, societa’ che gestisce i treni in Finlandia. VR ha unaMappa online delle principali stazioni ferroviarie del Paese.

A differenza dei treni, gli autobus sono gestiti privatamente. Una famosa società di autobus èOmnibus, mentre un’altra èExpressBus.L’aziendaMatkahuolto gestisce invece le stazioni degli autobus.

Guidare

La Finlandia ha ottime strade, e guidare è un buon modo di viaggiare in tutto il Paese. Tuttavia, questo è meno vero ad Helsinki, dove il parcheggio può risultare difficile, e dove infatti la maggior parte della gente del posto opta per i mezzi pubblici o le bici.

Da dicembre a febbraio, è richiesto per legge la presenza di pneumatici da neve sulla vostra auto. È necessario utilizzare i fari in ogni momento. Inoltre, fate attenzione agli alci e alle renne, soprattutto al tramonto.

L’età minima di guida legale è di 18 anni. Se la patente è stata rilasciata da uno Stato dell’UE o del SEE, la si puo’ utilizzare per un anno. Dopo di che, è necessario richiedere una licenza finlandese.

Se avete una macchina in Finlandia, è necessario registrarsi presso ilFinnish Transport Agency.

Viaggiare in aereo

In Finlandia esistono ben 75 aeroporti. L’aeroporto di Helsinki-Vantaa è di gran lunga il più grande aeroporto del Paese. Helsinki ha un secondo aeroporto, Malmi.

Inoltre, ci sono sei aeroporti nel nord della Finlandia, rendendo così la Lapponia abbastanza accessibile.

Finnair è la più grande compagnia aerea del Paese. E’ in funzione dal 1923, e cio’ la rende una delle più antiche compagnie aeree che operano in tutto il mondo.

Trasporto Pubblico

Helsinki è l’unica città in Finlandia ad avere una metropolitana. E’anche l’unica città in cui opera il tram.

La metropolitana, inaugurata nel 1982, è attualmente in espansione grazie al progetto Metro West di Helsinki. Questo progetto prevede la costruzione di sette nuove stazioni.

Il trasporto pubblico collega Helsinki a Kirkkonummi, Sipoo, Vantaa, Espoo, e Kauniainen. Un ticket di viaggio è valido per tutta l’area metropolitana. LaRegione dei trasporti di Helsinki e’ costituita da tram, metropolitana, autobus, treni e persino un traghetto.

Il sito web di “The Helsinki Region Transport” ha unpianificatore di viaggio che fornisce anche l’assistenza nella pianificazione di itinerari che combinano il trasporto pubblico con il ciclismo.

Tampere e Oulu, ad ogni modo, hanno una vasta rete di auto.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione - senza modificare le impostazioni del browser - accetti di ricevere i cookie. Se non desideri ricevere i cookie, modifica le impostazioni del tuo browser, ma sappi che alcuni servizi non funzioneranno correttamente. maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close